Gianmario Ferramonti: “Il messaggio a Boschi contro Conte era per Renzi e Verdini. Stiamo rifondando la Loggia P3”

gianmario ferramonti
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Gianmario Ferramonti, protagonista del servizio di Report sul milione di voti promesso in un sms (senza risposta) a Maria Elena Boschi in cambio della caduta di Giuseppe Conte, parla oggi con il Fatto Quotidiano in un’intervista firmata da Tommaso Rodano. E fa sapere che il messaggio a Boschi voleva farlo recapitare a Matteo Renzi e Denis Verdini

Gianmario Ferramonti: “Il messaggio a Boschi contro Conte era per Renzi e Verdini. Stiamo rifondando la Loggia P2”

Ferramonti spiega quale fosse il suo obiettivo: “Volevo far sapere a Renzi che ho rapporti molto stretti con diverse confederazioni e gruppi di industriali. E che c’era un patrimonio di voti delle imprese italiane a disposizione di chi ci avesse liberato da Conte”. Ma non ha ricevuto risposte: “Da Boschi e Renzi nessuna. Verdini l’ho incontrato, ci vedevamo spesso da PaStation, il ristorante del figlio, prima che arrestassero Denis. Verdini non devo mica raccontarlo io: ha un’intelligenza politica straordinaria, ha una capacità di coltivare relazioni unica. I due Matteo – Renzi e Salvini – sono molto legati a lui. Il primo gli deve la carriera politica, dai tempi di Firenze. Il secondo fa parte della famiglia… È normale che ci sia un’impronta di Denis sulla crisi”.

Leggi: Ferramonti a Report: chi è il politico che dice di aver promesso un milione di voti a Maria Elena Boschi in cambio della testa di Conte

Ma a Gianmario non piace il nuovo governo: “Per nulla. Avessi saputo che le cose sarebbero andate così non mi sarei preso il disturbo (ride). Siamo passati dalla padella alla brace. Draghi sta facendo peggio di Conte. Le piccole e medie imprese non ce la fanno più, come vede stanno iniziando a riempire le piazze. I sostegni del governo sono ridicoli”. Infine, l’annuncio: “Savoiu mi ha dato il grandissimo onore di entrare in massoneria dalla porta principale: sono Gran maestro aggiunto della Gran Loggia Nazionale di Romania. Purtroppo le nostre iniziative sono state frenate da quest’anno e mezzo di pandemia, il progetto prenderà forma non appena ce ne saranno le condizioni. Abbiamo un sacco di domande di adesione. La P3 avrà soci e interessi in tutto il mondo, saranno tutti resi pubblici in modo trasparente.

Ferramonti ha offerto un milione di voti a Boschi per far cadere Conte?

Nel video si vede Ferramonti che dice: “Allora, qui hai un rappresentante di Confimpresa – e Ferramonti indica un uomo, oscurato da Report, seduto alla sua destra davanti alla telecamera nascosta –, qui hai un rappresentante di Confimea, della Cifa – e indica se stesso… – Insieme qualche milione di voti ce l’abbiamo, no? E se decidiamo…”. “Spostarli sulla Boschi?”, chiede il giornalista. “Chi sarà al momento giusto al posto giusto…”, dice lui.

Leggi anche: “Se buttano giù questo cr… di Conte un milione di voti ce l’abbiamo da dargli”: il servizio di Report su Gianmario Ferramonti e Maria Elena Boschi