Giovanni Salvi è il nuovo procuratore generale della Cassazione. Mattarella: “Apporterà un alto contributo di professionalità e capacità organizzativa”

dalla Redazione
Cronaca

Il plenum straordinario del Csm ha eletto Giovanni Salvi procuratore generale presso la Corte Suprema di Cassazione. Salvi, che prenderà il posto di Riccardo Fuzio, dimessosi a luglio in seguito all’inchiesta di Perugia, è attualmente procuratore generale della Corte d’Appello di Roma. “Vorrei esprimere le mie congratulazioni – ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella al termine della seduta straordinaria dell’ Assemblea plenaria del Csm – al nuovo procuratore generale, Giovanni Salvi. Sono certo che il dottor Salvi apporterà un alto contributo di professionalità e capacità organizzativa, che hanno caratterizzato la sua carriera intensa e articolata”.

“Il Consiglio Superiore – ha aggiunto il Capo dello Stato – ha scelto di collocare al vertice della procura generale della Corte di Cassazione un magistrato che conosce a pieno gli aspetti della complessa attività requirente. Da la lunga permanenza presso la procura della Repubblica di Roma, dove si è occupato di importanti e delicate indagini al suo qualificato apporto al funzionamento dell’ufficio presso la procura generale della Corte di Cassazione, dall’attività da procuratore di Catania, nel corso della quale ha manifestato anche capacità organizzative, alla successiva esperienza alla guida della procura generale della Corte d’Appello di Roma”.

Salvi ha ricevuto 12 voti, gli altri candidati Matera e Riello hanno ricevuto, 3 e 4 voti. E’ nato a Lecce nel 1952, dal 1984 sostituto procuratore a Roma, per 20 anni ha fatto parte del gruppo di lavoro sul terrorismo e della Dda. Nel 2002 è stato eletto componente del Consiglio superiore della magistratura.