Giulio Berruti: come ha fatto l’attore fidanzato di Maria Elena Boschi a vaccinarsi?

giulio berruti maria elena boschi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Prima dose fatta!”, con tanto di hashtag #vaccinatevi e #senza paura, esulta così dal suo seguitissimo profilo Instagram l’attore 36enne Giulio Berruti, noto soprattutto per la sua liaison con la deputata ed ex ministra di Italia Viva Maria Elena Boschi.

Giulio Berruti: il fidanzato di Maria Elena Boschi e la vaccinazione fatta perché odontoiatra

Fra i numerosi follower non sono mancati quelli che, con vena polemica, hanno chiesto lumi sul come fosse possibile aver avuto acceso alla vaccinazione mentre persone ben più anziane di lui sono ancora in attesa. Anche perché il suo mestiere certo non rientra fra quelli considerati più a rischio. Il diretto interessato non ha replicato ma l’unica spiegazione plausibile potrebbe essere quella che il bel Giulio sia laureato in ortodonzia.

Berruti ha poi spiegato: «Ho seguito le indicazioni dell’Ordine dei medici e degli odontoiatri di Roma facendo la registrazione lo scorso gennaio per poter lavorare in sicurezza, mia e delle persone  intorno a me. Sarò per questo arso vivo su piazza? Speriamo di no». Berruti, oltre ai suoi ruoli da attore, risulta continui a esercitare saltuariamente la sua professione medica. Tanti i commenti sdegnati che erano apparsi sotto il post: “Ho una collega malata oncologica di 48 anni con fragilità e non è ancora stata contatta per il vaccino. Vogliamo parlarne?”. Ma tanti si sono mossi in difesa dell’attore: prima qualcuno ha ipotizzato che fosse una persona con fragilità per patologie, poi qualcun altro ha ricordato che Berruti “è odontoiatra”.

“Io ogni volta mi chiedo quanta cattiveria buttate sui social! Prima di parlare, informatevi! Oltre ad essere attore è medico odontoiatra ed esercita la professione! Quindi ha tutto il diritto di ricevere il vaccino come gli anziani e tutte le categorie a rischio!”, ha sottolineato una utente schierandosi in difesa dell’attore. Mentre altri hanno chiesto: “Ma non faceva l’attore?”. “In realtà esercita anche come odontoiatra quando non è sul set”, ha assicurato un altro. Ma la risposta non ha convinto tutti: “Se non eserciti la professione per senso civico dovresti lasciare la dose a chi ne ha veramente bisogno! Posso essere medico ma se sono in pensione aspetto il mio turno in base all’età”, ha commentato un altro.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA