Gli Agnelli fanno cassa cedendo in casa le proprietà di Londra

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Fare girare i soldi. A patto di far guadagnare sempre i soliti noti. Con questo spirito gli ingegneri finanziari della Fiat ieri hanno partorito l’ennesima operazione multi-milionaria. Exor (che è la cassaforte della famiglia Agnelli-Elkann) ha venduto la sua partecipazione del 36% nel gruppo immobiliare britannico Almacantar e altri investimenti finanziari a Partner Re, il ricco riassicuratore Usa di cui la stessa Exor ha recentemente acquistato il totale controllo. “Exor – è stato spiegato – utilizzerà l’intero ricavato delle transazioni, pari a circa 660 milioni, per ridurre il proprio debito”. Ma come si è indebitata Exor? Ovviamente comprando (dopo una strenua resistenza degli azionisti Usa) proprio Partner Re, che ora sborsa 660 milioni per ripagare chi l’ha scalata. Perlomeno il gruppo immobiliare ceduto possiede sette proprietà di grande pregio nel centro di Londra come Centre Point, Caa House e Marble Arch Place.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Garantisti con tutti tranne che con Grillo

Se pensate che la bava alla bocca dei peggio giustizialisti sia vergognosa date prima un’occhiata al veleno dei meglio garantisti, di destra e di sinistra, difensori a oltranza della nipote di Mubarak e sostenitori di partiti dove più delinquenti arrestano più ne arrivano, e non

Continua »
TV E MEDIA