Gli States spingono le Borse europee. Il Pil a stelle e strisce corre veloce facendo segnare il +5%. Si tratta del miglior risultato dal 2003. E Obama torna a respirare

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Chiude l’anno col botto l’America tanto che il presidente Barack Obama può tirare un sospiro di sollievo dopo la sconfitta elettorale subita il mese scorso. Gli States spingono l’euro ai minimi dal 2012 e fanno salire le Borse. Il Pil Usa del terzo trimestre è stato rivisto al rialzo, con una crescita che dal +3,9% passa al più 5%. Consumi crescenti che fanno respirare l’economia a stelle e strisce, specie quelli sanitari, e gli investimenti, in particolare nel campo della Information technology. Un risultato del genere non si registrava dall’estate 2003. E il crollo del prezzo del petrolio potrebbe far compiere un ulteriore balzo. I dati Usa hanno infiammato e spinto le Borse europee che hanno chiuso in rialzo.