Green pass obbligatorio per docenti e personale scolastico. Il governo punta ad estenderlo agli universitari e ai trasporti a lunga percorrenza

Speranza Draghi green pass
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il Green pass sarà obbligatorio per il personale scolastico. E’ quanto è stato deciso nel corso della cabina di regia del governo che ha valutato le misure all’esame del Consiglio dei ministri di oggi. L’obbligo dovrebbe valere anche per i docenti universitari, così come per tutto il personale scolastico. E’ allo studio poi – spiegano fonti ministeriali – l’ipotesi di estendere l’obbligo della certificazione verde anche agli studenti universitari.

Nel corso della stessa riunione della cabina di regia è stato raggiunto anche un accordo per rendere obbligatorio il Green pass sui mezzi di trasporti (aerei e treni) a lunga percorrenza. La misura, spiegano fonti di governo, entrerà in vigore il 1 settembre, anche se durante la riunione si è valutato di anticipare l’inizio della sua attuazione al 20 agosto.

Il Green pass non sarà necessario sui traghetti e per i viaggi intra-regionali. E’ ancora in discussione se escludere dall’obbligo i traghetti che attraversano lo Stretto di Messina. Per quanto riguarda gli autobus i contorni dell’obbligatorietà della certificazione sono in via di definizione: l’ipotesi è che valga per i viaggi che attraversano due o più regioni.

Alla riunione della Cabina di regia, presieduta dal premier Mario Draghi, hanno partecipato i ministri Franco, Patuanelli, Giovannini, Bianchi, Franceschini, Speranza, Gelmini, Bonetti, Brunetta, Messa , Garavaglia (in videocollegamento) il sottosegretario Garofoli e in rappresentanza del Cts Locatelli e Brusaferro. Al termine dell’incontro i ministri Mariastella Gelmini, Roberto Speranza, Enrico Giovannini, Patrizio Bianchi si sono collegati in videoconferenza con i presidenti delle Regioni.

Leggi: Da domani scatta l’obbligo del Green pass. La Lega già pensa a come smantellarlo. Da Salvini oltre 900 emendamenti. Così strizza l’occhio ai no vax.