Grosso incendio a Mortara (Pavia) nella ditta di smaltimento rifiuti. L’allarme del prefetto: c’è il rischio diossina

dalla Redazione
Cronaca

Una nube tossica enorme si è alzata questa mattina nella zona industriale di Mortara, in provincia di Pavia. Tutto a causa di un incendio di grosse dimensioni scoppiato alle 6.30 nella zona industriale di Mortara, all’interno della ditta Eredi Bertè, in via Fermi, che si occupa di rifiuti speciali e recupero metalli. Una colonna di fumo nero è visibile a molti chilometri di distanza. Il prefetto di Pavia, Attilio Visconti, ha lanciato l’allarme diossina: “Le notizie che sto raccogliendo – ha detto subito dopo essere arrivato in via Fermi – non sono troppo confortanti. Sta bruciando di tutto, comprese gomme e plastica. C’è il rischio diossina”.

Secondo le prime testimonianze dei vigili del fuoco, infatti, sono andati a fuoco sia rifiuti speciali che residui di alluminio e un gran numero di copertoni. L’Ats, attraverso il sindaco Marco Facchinotti, ha consigliato alla popolazione di non uscire di casa, di tenere le finestre chiuse e di non raccogliere i prodotti dell’orto. Sul posto sono al lavoro dodici squadre di vigili del fuoco giunte da Vigevano, Pavia, dai distaccamenti volontari di Mortara, Mede, Garlasco e Robbio e anche da Milano. Le operazioni di spegnimento dureranno certamente molte ore. Le cause dell’incendio sono ancora da chiarire.