Guerra di carte bollate sulla legge Severino. Il governatore De Luca non vuole proprio schiodare e ora contrattacca: “Norma inapplicabile nel mio caso”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il neo eletto governatore della Campania, Vincenzo De Luca, di schiodare non ci pensa proprio. Eppure solo martedì sera il premier, Matteo Renzi, ha assicurato che la legge Severino verrà applicata senza specificare, però, con quale tempistica. De Luca, nel frattempo, è già partito al contrattacco e con i suoi legali sostiene l’inapplicabilità della Severino  “in quanto si tratta di carica elettiva acquisita in epoca successiva all’emanazione della sentenza di primo grado”. Da Forza Italia arriva, però, un’istanza alle Procure, ai Tribunali di Roma e di Napoli, alla Procura della Corte dei Conti di Napoli e all’Autorità nazionale anti corruzione per l’immediato accertamento della posizione del Governatore. Insomma norma poco chiara con De Luca che spera.