Gli hacker di Anonymous Italia violano la posta certificata di 30mila avvocati romani. In rete anche alcune email della sindaca Raggi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Gli hacker di Anonymous Italia hanno violato i server di posta elettronica di circa 30mila avvocati della Capitale, inclusa la casella di posta certificata di Virginia Raggi, sindaca di Roma e a sua volta avvocato. “Con piacere diffondiamo i dati di circa 30mila avvocati romani, compresa la sindaca Virginia Raggi”, scrive il collettivo annunciando, via Twitter, l’intrusione informatica per ricordare l’approssimarsi dell’anniversario dell’arresto di due colleghi, “i vecchi amici Aken e Otherwise”. La Procura di Roma non ha ancora aperto un’inchiesta sull’intrusione ma sul cyber attacco stanno indagando gli investigatori Centro nazionale anticrimine informatico per la protezione delle infrastrutture critiche (Cnaipic) della Polizia Postale.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I burocrati uccidono più del virus

Dobbiamo attendere gli accertamenti medici per sapere se la giovanissima Camilla Canepa è morta per il vaccino Astrazeneca o per altro, ma in ogni caso questa tragedia ha fatto emergere tutte le falle della campagna vaccinale: il Cts, l’Aifa, Figliuolo e le Regioni. Ora non

Continua »
TV E MEDIA