Hai relazioni di amicizia con le tue ex (o i tuoi ex)? Bene, potresti essere uno psicopatico. Lo studio dell’Università di Oakland

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Se hai mantenuto rapporti amicali con le/i vostre/i ex, attenzione: potresti essere psicopatico. E non è una frase da partner geloso. C ‘è di più: uno studio scientifico.

A realizzarlo sono stati alcuni ricercatori psicologi dell’Università di Oakland che si sono soffermati sulla cosiddetta “Triade Oscura”, cioè la tripletta di tratti delle personalità più oscure. Nella “Triade Oscura” ci sono narcisismo, psicopatia e machiavellismo o, in alternativa, auto-ammirazione, insensibilità e manipolazione.

I ricercatori della Oakland hanno analizzato i rapporti amicali tra ex di 861 persone e dai risultati è emerso che i soggetti con le personalità più oscure sono quelli che più spesso sviluppano le relazioni post-rottura. A livello inconscio (o conscio), se rimani amico di un ex partner è perché tendi a voler continuare a considerarlo una risorsa – in tutti i sensi: sessuale, emotiva, economica.

Viene chiamato in causa una sorta di “pragmatismo”: l’essere stati partner (di letto e di vita) comporta un’incapacità di allontanare dalla propria vita (magari per farsene una nuova) qualcuno cui si è tenuto.
Secondo i dati dello studio, per gli uomini spesso il pragmatismo è dato dal mantenimento di attrazione sessuale per le ex e “scudo” per la nuova compagna; per le donne è più che altro un attaccamento emotivo.

Insomma, per gli psicologici dell’università di Oackland, se sei amico delle ex, dovresti farti qualche domanda. Più di qualche domanda. E, probabilmente, anche la tua/il tuo partner.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA