Hope Onlus dona 16 ventilatori polmonari per le terapie intensive di Bergamo, Sondrio e Milano. Altri 26 arriveranno nei prossimi giorni

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

E’ atterrato la scorsa notte a Orio al Serio un C-130 dell’Aeronautica militare con 16 ventilatori polmonari acquistati e importati dalla organizzazione non profit milanese Hope Onlus. I ventilatori sono stati trasportati e installati presso le terapie intensive di Bergamo, Sondalo (Sondrio) e Milano. Hope Onlus, specializzata in progetti sulla salute e sull’educazione in Medio Oriente, aveva già donato 7 ventilatori polmonari e ne donerà altri 26 nei prossimi giorni. Fra lunedì e martedì donerà e consegnerà anche 11 ecografi portatili agli ospedali lombardi. “Il prefetto di Milano Renato Saccone – si legge in una nota della onlus – ha accolto l’appello dell’assessorato regionale alla Sanità contattato questa mattina da Elena Fazzini, fondatrice e segretario generale di Hope Onlus. Con tempestività il ministro della Difesa ha acconsentito al trasporto umanitario al fine di far pervenire prima possibile i 16 ventilatori importati dalla Germania e fermi da 4 giorni all’aeroporto di Dusseldorf, a causa della riduzione dello spazio aereo commerciale privato”. Secondo quanto riferisce l’organizzazione milanese, all’operazione hanno collaborato anche l’Ambasciata Italiana in Germania e gli Uffici Doganali, “che hanno avviato una pratica di sdoganamento urgente”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA