I due Mattei sbarcano ad Anzio. Primo inciucio tra Lega e Italia viva. Una ex dem passata con Renzi fa tiepida opposizione. E la giunta leghista è sostenuta da un ex FI ora in Iv

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il patto tra Salvini e Renzi è realtà. Altro che fantapolitica. Un governo del Capitano e dell’ex rottamatore è possibile. E nel Lazio sono in corso le prove generali. Dopo gli alleati ad Anzio, sul litorale romano, sono infatti sbarcati i due Mattei. Con i suoi 55mila abitanti, Anzio da dodici anni è amministrata ininterrottamente dal centrodestra. In un’alternanza tra l’ex sindaco Luciano Bruschini e l’attuale primo cittadino, già senatore, Candido De Angelis (nella foto). Non si contano più le indagini in cui sono emersi intrecci tra malavita e politica, con tanto di rapporti particolari tra pubblici amministratori ed esponenti della cosca di ‘ndrangheta Gallace.

Nulla però che abbia scalfito, anche minimamente, i consensi delle destre. Tanto che alle ultime elezioni De Angelis è stato eletto tranquillamente al primo turno e resta saldo al timone nonostante un’inchiesta che ha portato la Guardia di finanza a sequestrargli beni per un milione di euro, con l’accusa di essere responsabile di una maxi evasione fiscale con la sua azienda ittica. Il primo cittadino non si cura delle polemiche. Tira dritto. E quelli che erano i suoi sfidanti durante la campagna elettorale sono passati in maggioranza. Tanto che a fargli opposizione sono rimasti soltanto una consigliera del Pd, un consigliere di sinistra e tre del Movimento 5 Stelle, oltre a una consigliera di Italia Viva, che vota però quasi sempre a favore delle proposte della giunta di destra.

E qui spunta fuori l’inedito patto tra i due Mattei, quello più volte paventato, agitato quasi come uno spauracchio per i giallorossi, a livello nazionale. A Italia Viva ha aderito il consigliere comunale Marco Maranesi, eletto con Forza Italia e poi, passato al partito di Matteo Renzi, rimasto in maggioranza. In consiglio comunale il politico, balzato agli onori delle cronache anche per un’inchiesta a suo carico su un’evasione fiscale milionaria e per dei prestiti che avrebbe ottenuto da un pregiudicato, è andato nel gruppo misto. Fervente sostenitore del verbo renziano, senza sventolare la bandiera di Italia Viva, sostiene il sindaco leghista De Angelis e la maggioranza di centrodestra.

Sui banchi dell’opposizione siede invece la consigliera comunale Anna Marracino, che ha detto addio al Pd e alzato le insegne di Italia Viva. Una consigliera però che prima con i dem e ora con Italia viva vota di frequente a favore delle proposte del centrodestra e in contrasto con l’altra consigliera dem e il resto dell’opposizione. Abbastanza per dar vita alle prove generali del governo dei due Mattei. Quanto sta accadendo ad Anzio mostra infatti come, tra una fuga e l’altra dal Partito democratico e da Forza Italia, la Lega riesce a rafforzarsi e Matteo Renzi e Matteo Salvini riescono tranquillamente a convivere.

Preso dalla foga di dar vita a un nuovo partito, con cui cercare di fare da ago della bilancia e tenere sempre sul filo gli alleati di governo, Renzi del resto sembra non essersi creato particolari problemi neppure per la formazione dei comitati di Iv sul territorio. Tanto che ad Anzio un comitato è stato aperto dalla stessa Marracino e un secondo comitato da Maranesi.