I Mondiali di calcio in Russia entrano nel vivo. Ecco tutto il calendario e i gironi (senza l’Italia)

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

I Mondiali di calcio entrano nel vivo. Ma senza l’Italia. Ieri al Cremlino lo sguardo gelido di Vladimir Putin, un po’ più caldo del solito vista la circostanza e la presenza di miti del calcio –su tutti Pelè e Maradona -, ha aperto ufficialmente i lavori di Russia 2018. Si parte il 14 giugno con Russia-Arabia Saudita: è la prima volta che la squadra gioca una gara inaugurale. Bel sorteggio complessivo comunque per i padroni di casa, che a fronte di una Nazionale che delude da parecchio tempo, dovranno duellare anche con Uruguay (la più forte del girone) ed Egitto. Buone possibilità di passare insomma.

Ecco il calendario definitivo dei Mondiali di calcio:

Visualizza l'immagine su Twitter

Miroslav Klose, impeccabile nel suo smoking, ha restituito la Coppa del Mondo conquistata dalla Germania nel 2014 nella finale di Rio contro l’Argentina.

Per quanto riguarda i gironi, non ne esiste uno di ferro. Quello con la lega più tosta ce l’ha dell’Argentina: i sudamericani esordiranno con l’Islanda (prima assoluta), poi incroceranno Croazia e Nigeria. Dura, con la prospettiva ulteriore di rischiare negli ottavi la Francia, che a sua volta se la vedrà con Australia, Perù e Danimarca (media difficoltà). Difficile anche il girone della Spagna, capitata insieme ai cugini del Portogallo.

GIRONE A: Russia, Arabia Saudita, Egitto, Uruguay

GIRONE B: Portogallo, Spagna, Marocco, Iran

GIRONE C: Francia, Australia, Perù, Danimarca

GIRONE D: Argentina, Islanda, Croazia, Nigeria

GIRONE E: Brasile, Svizzera, Costa Rica, Serbia

GIRONE F: Germania, Messico, Svezia, Corea del Sud

GIRONE G: Belgio, Panama, Tunisia, Inghilterra

GIRONE H: Polonia, Senegal, Colombia, Giappone
L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La stampa e la sindaca deficiente

Le confidenze di Urbano Cairo ad alcuni tifosi del suo Torino hanno svelato cosa pensa questo editore (Corriere della Sera, La7 e altro ancora) della sindaca M5S Chiara Appendino, definita con fallo da Var, espulsione e retrocessione “deficiente”. Ma non c’è bisogno di videocamere nascoste o

Continua »
TV E MEDIA