I Riva ritrovano il tesoretto dell’Ilva

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La Cassazione restituisce a Riva gli otto miliardi sequestrati dalla procura di Taranto. Annullata senza rinvio l’ordinanza del Tribunale del Riesame che a giugno scorso aveva respinto l’istanza degli avvocati della capogruppo che controlla l’Ilva, confermando il sequestro preventivo disposto dal gip Patrizia Todisco il 24 maggio. La Suprema Corte ha accolto l’istanza dei legali di Riva Fire, gli avvocati Franco Coppi e Carlo Enrico Paliero, disponendo la restituzione alla holding di 8 miliardi e 100 milioni. Si era trattato di uno dei sequestri più imponenti della storia d’Italia. I Riva sono sotto indagine per disastro ambientale nell’ambito dell’inchiesta Ilva.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La balla degli italiani fannulloni

Ogni estate ha il suo tormentone musicale, ma quest’anno, con le discoteche ancora chiuse dobbiamo accontentarci di questo ritornello: “non ci sono lavoratori stagionali perché col Reddito di cittadinanza i giovani non vogliono più darsi da fare”. Su giornali e tv è questa la hit

Continua »
TV E MEDIA