I vaccini arriveranno lo stesso giorno in tutta Europa. Passa la proposta dell’Italia. Von der Leyen: “Entro una settimana saranno autorizzati”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Quella del vaccino covid è la sfida più importante dei prossimi mesi. L’Italia ha sempre lavorato perché il percorso di approvazione di Ema fosse al tempo stesso rigoroso, trasparente e veloce. È una buona notizia che tale processo possa completarsi già prima di Natale. Significherà che avremo finalmente a disposizione un vaccino efficace e sicuro”. E’ quanto ha scritto su Facebook il ministro della Salute, Roberto Speranza.

“Ho proposto – aggiunge l’esponente dell’Esecutivo -, insieme ai ministri di altri 7 Paesi Europei, tra cui Francia e Germania, che le vaccinazioni partano lo stesso giorno già nel mese di dicembre. Ci vuole ancora cautela e prudenza nei prossimi mesi, finché non avremo raggiunto una copertura vaccinale sufficiente, ma la strada è giusta e finalmente si vede la luce in fondo al tunnel”.

“Adesso ci sono i primi segni di ripresa – ha detto la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, intervenendo alla plenaria del parlamento europeo -, ma le infezioni e i ricoveri continuano ad aumentare negli stati membri, ma ci sono già delle buone notizie, la commissione ha negoziato un portafoglio molto vasto di candidati per i vaccini e nel corso di una settimana i primi vaccini saranno autorizzati, in modo tale che le vaccinazioni possano iniziare immediatamente”.

“Ma per arrivare alla fine della pandemia – ha avvertito la presidente della Commissione – avremmo bisogno che fino al 70% della popolazione sia vaccinata. Questo è un grande, enorme compito. Perciò, cominciamo il più presto possibile con la vaccinazione insieme, a 27; cominciamo lo stesso giorno. Così come abbiamo provato la nostra unità durante la pandemia, cominciamo l’eradicazione di questo orribile virus insieme e uniti”.