Il barone del tennis vince ancora. Una storia che incanta il Circolo Canottieri Tevere Remo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Presentato al Reale Circolo Canottieri Tevere Remo il libro di Piero Marchiani “Il barone del tennis”, Edizioni Progetto Cultura. Introdotto dal socio Fausto Milano, presidente della commissione cultura, l’incontro è stato moderato da Stefano Marroni, vicedirettore del TG2, con gli interventi del sen. Luigi Compagna, Emanuele De Stefani e Nicola Pietrangeli. Molti i soci e gli ospiti presenti, tra cui lo schermidore Michele Maffei, l’olimpionico Gilberto Pascucci, lo storico stopper della Juventus Sergio Brio, la campionessa italiana degli anni sessanta Roberta Beltrame, il giornalista e scrittore Giuseppe Maria Gnagnarella, il consigliere della sede Ripetta Ettore Spagnuolo, l’architetto Piero Ayala, il prof. Giovanni Salvini, l’avv. Dante Picca, l’imprenditore Gianni Barouchell, il presidente dei Circoli Storici di Roma Maurizio Romeo e le tenniste Carola Richard e Giorgia Bove. Tutti rapiti dalla storia del Barone von Cramm, uno dei più forti e ammirati tennisti degli anni trenta.

Campagna, Milano, Pietrangeli, Marroni, Marchiani e De Stefani
Campagna, Milano, Pietrangeli, Marroni, Marchiani e De Stefani
Piero Marchiani, Emanuele De Stefani e Stefano Marroni
Piero Marchiani, Emanuele De Stefani e Stefano Marroni
Piero Marchiani, Carola Richard, Nicola Pietrangeli e Giorgia Bove
Piero Marchiani, Carola Richard, Nicola Pietrangeli e Giorgia Bove
Giuseppe Gnagnarella e Fausto Milano
Giuseppe Gnagnarella e Fausto Milano
L'avv. Dante Picca e Gianni Barouchell
L’avv. Dante Picca e Gianni Barouchell
Michele Maffei
Michele Maffei
Piero Marchiani e Sergio Brio
Piero Marchiani e Sergio Brio

8 Nicola Pietrangeli e Roberta Beltrame

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Garantisti con tutti tranne che con Grillo

Se pensate che la bava alla bocca dei peggio giustizialisti sia vergognosa date prima un’occhiata al veleno dei meglio garantisti, di destra e di sinistra, difensori a oltranza della nipote di Mubarak e sostenitori di partiti dove più delinquenti arrestano più ne arrivano, e non

Continua »
TV E MEDIA