Il biglietto della lotteria di Matteo Renzi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Renzi non dovrebbe parlare di biglietti della lotteria. Dice che Grillo ha strappato quello che aveva, ma anche il sindaco di Firenze deve stare attento a come tratta il suo. In Italia di vincite non riscosse se ne sono viste molte, anche fuor di metafora, e scherzarci è pericoloso per chi crede di aver imbroccato la combinazione vincente. Per averne prova si può citofonare a casa Segni e farsi raccontare la frustrazione che si prova. E in un boxino si può ingombrare il caso di quello che ha sognato i numeri sbagliati e ci ha puntato sopra tutto quello che aveva: così accontentiamo chi vuole ancora sentir parlare di Fini.
Insomma, il rottamatore deve stare attento. Anche se non perde il biglietto le insidie sono tante e gli amici del bar dello sport non perdonano. Anzi, di fronte a chi gli suggerisce come spendere la vincita farebbe bene a negare, negare sempre, fortissimamente negare.

@coconardi

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Garantisti con tutti tranne che con Grillo

Se pensate che la bava alla bocca dei peggio giustizialisti sia vergognosa date prima un’occhiata al veleno dei meglio garantisti, di destra e di sinistra, difensori a oltranza della nipote di Mubarak e sostenitori di partiti dove più delinquenti arrestano più ne arrivano, e non

Continua »
TV E MEDIA