Il Carroccio espulso da Napoli

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Caos a Napoli per il Carroccio.

Insulti e proteste all’arrivo, nel capoluogo partenopeo, del segretario della Lega Nord Matteo Salvini. Un gruppo di napoletani ha urlato contro di lui “buffone, vattene, lavati con il fuoco” e “sei tu la vera carogna”, con riferimento al capo ultrà Genny ‘a carogna. Dopo aver risposto ad alcune domande dei cronisti, Salvini è risalito in auto ed è andato via senza tenere il previsto intervento in piazza Carlo III.

Alcuni dei contestatori hanno mostrato bandiere del Regno delle Due Sicilie. Urla e spintoni anche contro i giornalisti, che circondavano Salvini per le interviste, da parte di chi ha provato ad avvicinarsi in modo ostile al segretario della Lega Nord.

“A Napoli – promette Salvini – tornerò presto. Venti ultrà che inneggiano a Genny la carogna non rappresentano una città”, ha sostenuto in una nota il segretario federale della Lega Nord. “Ci sono tante persone perbene, tanti disoccupati e pensionati che anche a Napoli hanno firmato per il nostro referendum per cancellare la legge Fornero, che vogliono liberarsi dall’euro e fermare l’immigrazione clandestina. La Lega lavora per loro, non per una manciata di violenti”.