Il caso Stamina si chiude. Accolta la richiesta di patteggiamento per Davide Vannoni. Un anno e dieci mesi di carcere

Un anno e dieci mesi con sospensione condizionale sul caso Stamina per Davide Vannoni. Il giudice dell’udienza preliminare ha accolto la richiesta di patteggiamento avanzata al processo dal presidente di Stamina foundation, e da altri sei imputati. La richiesta è stata accettata dopo che la procura di Torino aveva dato parere favorevole a condizione di uno stop immediato di tutte le presunte terapie in Italia e all’estero. Ma un punto controverso della sentenza riguarda proprio l’efficacia internazionale del divieto di proseguire la ricerca sul metodo Stamina. I legali di Vannoni sostengono che “è una questione giuridica complessa e discutibile, presuppone che si conoscano le leggi straniere del Paese ove venisse proseguito il trattamento. Non è detto che ciò che è vietato in Italia debba essere vietato all’estero. Tra l’altro, nel corpo della sentenza di estero non se ne parla affatto”.