Il castello di Schengen venduto a una multinazionale tedesca per 11 milioni di euro

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Venduto lo storico castello di Schengen. Si tratta della storica dimora in Lussemburgo che ha dato il nome al patto tra gli Stati europeo. Numerose stanze e un ettaro di giardino dove nel lontano 1985 si sono riuniti proprio lì per la firma degli accordi. Il castello ora è stato ceduto per 11 milioni di euro, come scrive il sito internet de La Stampa, alla Regus, una multinazionale tedesca che offre spazi di lavoro e business center. Il castello diviene quindi un centro di formazione internazionale. Altra particolarità relativa alla vendita è il via libera che doveva arrivare da Città del Vaticano visto che la proprietà del castello era una congregazione cattolica, la Congregatio Sororum a Sancta Elisabeth (Csse), un istituto religioso femminile di diritto pontificio fondato da quattro donne nell’Alta Slesia nel 1842.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Garantisti con tutti tranne che con Grillo

Se pensate che la bava alla bocca dei peggio giustizialisti sia vergognosa date prima un’occhiata al veleno dei meglio garantisti, di destra e di sinistra, difensori a oltranza della nipote di Mubarak e sostenitori di partiti dove più delinquenti arrestano più ne arrivano, e non

Continua »
TV E MEDIA