Oltre 777mila italiani combattono contro un disturbo psichico. Il cervello degli adulti e dei ragazzi e i nuovi orizzonti: evento internazionale a Lucca col prof. Stahl

dalla Redazione
Salute

Al mondo sono 450milioni le persone che soffrono di disturbi neurologici, mentali e comportamentali. Fra questi, secondo l’ultimo aggiornamento del ministero della Salute, si contano 777mila italiani che ogni giorno combattono contro un disturbo psichiatrico. Un problema, dunque, non da poco che tocca uno degli aspetti umani più affascinanti e al tempo stesso ancora misterioso: il cervello. Non è un caso che, sin dalla notte dei tempi, artisti, filosofi e scienziati studino e ragionino sui meandri nascosti della mente umana. E proprio il cervello sarà al centro della giornata di studi aperta al pubblico organizzata sabato a Lucca dalla Fondazione BRF Onlus presso l’Auditorium di San Romano.

Un evento internazionale e irripetibile, vista la presenza dello scienziato dell’Università di Cambridge Stephen M. Stahl, considerato come uno dei massimi esperti mondiali di farmacologia, che torna in Italia dopo vent’anni di assenza. La sua lectio magistralis sarà dedicata alla storia e all’evoluzione dei disagi psicologici e psichiatrici nei secoli. “Sarà – spiega Armando Piccinni, presidente della Fondazione BRF Onlus – una sorta di viaggio attraverso le trasformazioni della mente che ci aiuterà a capire meglio la situazione contemporanea”. Una situazione che, peraltro, potrebbe nei prossimi anni crescere ancora, visto che, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, i disagi mentali potrebbero diventare entro il 2020 la seconda causa di morte, subito dopo le malattie cardiologiche. “I fattori di questa crescita esponenziale – continua Piccinni – sono molteplici, ma studiare il cervello dei più giovani e le sue trasformazioni è un passaggio obbligato”.

StahlIl pomeriggio, invece, al centro del dibattito sarà posto il cervello dell’adolescente. Se ne parlerà in una tavola rotonda cui prenderanno parte il Prof. Giovanni Biggio dell’Università di Cagliari, il Prof. Filippo Drago di quella di Catania e il Prof. Andrea Fagiolini di Siena. “Sarà un momento – continua Piccinni – per allargare i confini della riflessione a un mondo che spesso non viene esaminato nella sua completezza. Parleremo di adolescenti tanto dal punto di vista delle cure materne, quanto focalizzandoci sull’importanza delle condizioni sociali ed economiche. Non sottovaluteremo poi il ruolo delle sostanze d’abuso che non sono esclusivamente droghe e alcool, ma che sempre più spesso prendono la forma della dipendenza da internet e da social network. In un mondo in cui i giovani tendono sempre più spesso a isolarsi in piccole comunità, nelle quali il genitore e l’insegnante difficilmente riescono a farsi largo, diventa fondamentale riflettere insieme”. La giornata di studi – che vedrà l’elezione del vincitore della Borsa di Studio Antonio Gatto, indetta dalla fondazione e destinata a un giovane ricercatore italiano – sfiorerà anche con l’intervento a cura di Andrea Fagiolini, già ordinario di psichiatria presso l’Università di Siena, un tema centrale dei giorni d’oggi: la depressione.

La giornata, che sarà moderata dal capostruttura di Rai1 Angelo Mellone, noto giornalista e scrittore, si concluderà poi con una cena di beneficenza che vedrà lo show comico di Marco Mazzocca che interpreterà “l’attore bipolare”, ma anche dell’attore Enzo Salvi e del regista Franco Maria Cortese autore della commedia sulle disabilità “Ho amici in paradiso”. “Il primo passo per l’inclusione sociale – conclude il presidente della Fondazione BRF Onlus Armando Piccinni – è ragionare insieme sui disagi, ma anche sulle unicità che la malattia mentale sottende”. Appuntamento, dunque, all’Auditorium di San Romano, sabato 25 novembre.

QUI IL PROGRAMMA DELL’EVENTO