Il flop degli 80 euro. Solo uno su 4 lo usa per consumare

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Di Elena De Blasi

Solo un italiano su quattro ha utilizzato il bonus di 80 euro per effettuare qualche consumo in più. E’ questo il dato che emerge se si prova a capire come hanno speso gli italiani il bonus immessi in busta paga dal governo Renzi. Come si sa, tra 10 e 11 milioni di cittadini hanno ricevuto il bonus in questione. Secondo alcuni, la somma concessa ad una così gran massa di persone poteva stimolare i consumi e dare slancio all’economia. Dopo qualche mese, le prime analisi e molti osservatori hanno mostrato che l’incremento di consumi non c’è stato e hanno dunque decretato l’insuccesso del tentativo del presidente del Consiglio. Quest’ultimo ha obiettato che occorreva ancora tempo per vederne i risultati. Secondo un sondaggio Ispo Ricerche di Renato Mannheimer, che ha interrogato un campione rappresentativo della popolazione selezionato tra coloro che hanno ricevuto il benefit di 80 euro, solo una quota del 23%, pari dunque a circa 2 milioni e mezzo di italiani, dichiara di essersi concessa “qualche spesa in più”. Questa quota è superiore tra le donne, specie se di età meno giovane, e tra i residenti nel Sud. La maggior parte (47%, pari a più di 5 milioni di italiani) tra coloro che hanno ricevuto gli 80 euro dichiara che li ha utilizzati sin qui per pagare più agevolmente le normali spese mensili (bollette, affitto, mutuo, ecc.). A tutti costoro si aggiunge un altro 24% (più di 2 milioni e 600 mila italiani) che non ha speso gli 80 euro ricevuti in più ed è riuscito a tenerli tra i propri risparmi.In definitiva, ha contribuito a incrementare i consumi circa un quarto di chi ha ricevuto gli 80 euro. È il risultato che Renzi si aspettava?