Il Gargano si sbriciola

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dalla Redazione

Continua a piovere nel Gargano, dove la situazione è sempre più critica. Il maltempo sta falcidiando la zona di San Marco in Lamis e in altri centri del Gargano, colpiti l’altro ieri da un nubifragio che ha provocato frane, allagamenti e smottamenti. Secondo quanto riferito dalla Protezione Civile le piogge dovrebbero proseguire sino a domani. Nelle aree colpite prosegue l’emergenza. Sono circa 150 le persone che sono state costrette sin da ieri a lasciare le abitazioni. Intanto i tecnici del Soccorso alpino hanno tratto in salvo una donna a bordo di un’auto, che era stata travolta da un fiume di fango e tronchi di albero. Nella zona sono al lavoro volontari della Protezione civile, militari del Corpo forestale dello Stato, vigili del fuoco e forze dell’ordine, e vengono utilizzate idrovore per liberare strade e locali da acqua e fango.

Nel frattempo è stata ritrovata la Renault Clio di Antonio Facenna, il 24enne di Vico del Gargano di disperso da ieri. La vettura era quasi completamente ricoperta dal fango ed è stata avvistata in un canale di scolo in località “Coppa Rossa”, nei pressi del Lago di Varano. Nessuna traccia, invece, del ragazzo. Proseguono dunque le ricerche, iniziate dopo la denuncia di scomparsa presentata dai genitori. Da quel che si sa il giovane si era recato nella sua masseria di Carpino per verificare gli eventuali danni dopo il nubifragio che si è abbattuto sul Gargano.