Il giorno del dolore. Ad Amatrice i funerali delle vittime del terremoto

dalla Redazione
Cronaca

I funerali si faranno ad Amatrice, oggi martedì 30 agosto, dalle ore 18. L’idea di celebrare il rito a Rieti è stata scartata dopo le proteste degli sfollati. Così le vittime del terremoto del 24 agosto saranno salutate per l’ultima volta nel paese in cui hanno trovato – loro malgrado – la morte. “Noi a Rieti non ci veniamo, ridateci i nostri morti”, avevano fatto sapere le persone sopravvissute. Il sindaco Sergio Pirozzi si era fatto da portavoce alla richiesta, manifestando tutto il malumore dei suoi concittadini che non ne vogliono sapere di abbandonare Amatrice.

“I funerali delle vittime del terremoto si terranno ad Amatrice come chiedono il sindaco e la comunità locale. E come è giusto!”, ha commentato il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, su Twitter. Insomma, il caso è stato chiuso dopo qualche ora di tensione. I funerali pubblici saranno celebrati per 24vittime delle vittime di Amatrice: molte altre famiglie hanno chiesto la salma per officiare il rito in maniera privata. Intanto il bilancio è salito a 292 vittime: 231 ad Amatrice, 11 ad Accumoli e 50 ad Arquata del Tronto. Tutto mentre i soccorritori stanno ancora lavorando per estrarre dei corpi presenti sotto le macerie dell’hotel Roma. Infine, per gli sfollati è in arrivo un altro problema: nelle prossime ore ci sarà un peggioramento delle condizioni meteo con possibili temporali, anche di forte intensità.