Il governo fa la voce grossa: stop all’aumento del canone Rai. Zanonato fa ingoiare un rospo a Viale Mazzini. L’Usigrai: pagherà la qualità. Consumatori felici

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Angelo Costa

Non è più periodo di vacche grasse. Nemmeno per la Rai. Il governo ha stoppato l’aumento del canone, facendo felici i consumatori. Il ministro Zanonato ha firmato il decreto. Per contro a Viale Mazzini la notizia non è stata certo presa bene, comunque il rospo è stato ingoiato senza nessun commento ufficiale. Chi invece ha voluto alzare i toni è stato l’Usigrai, il sindacato dei giornalisti della casta Rai che ha definito “incomprensibile e inaccettabile la decisione del ministero dello sviluppo economico, un autentico colpo ai conti aziendali che rischia di essere pagato dai cittadini in termini di qualità del prodotto”.  Ma l’aumento del canone su chi sarebbe pesato? Sui cittadini, ovviamente. In tempi di crisi è sicuramente preferibile l’uovo oggi che la gallina domani. Meglio risparmiare qualche soldo che spenderlo. Tanto la qualità del prodotto è comunque sempre discutibile.

Il Tg4 taglia l’edizione delle 14
L’aveva rispolverata il direttore Giovanni Toti, poco dopo aver preso il posto di Emilio Fede. Ma a distanza di oltre un anno i risultati altalenanti degli ascolti hanno fatto sì che l’edizione delle 14 del Tg4 tornasse di nuovo in archivio. Al suo posto andrà in onda lo sportello di Forum con Barbara Palombelli.

Gli appassionati di tennis contro Sky
Alla notizia della fuoriuscita di Eurosport dalla tv di Rupert Murdoch (prevista per la fine dell’anno) gli abbonati di Sky appassionati di tennis si sono ribellati, dal momento che – a eccezione di Wimbledon – tutti i tornei più prestigiosi sarebbero spariti dal bouquet. La contromossa è stata quella di allungare la permanenza di almeno un mese di Eurosport per salvare l’Australian Open.

Hashtag Mentana
Nella classifica settimanale riguardante Twitter  #TgLa7 è al primo posto con il 35,3% dei tweet, seguito al secondo da #Tg3 che ottiene il 21,7% dei tweet. Al terzo #RaiNews24 con il 14,2% e al quarto #Tg1 con 8,1%. Seguono #Tg2 con 7,8%, #SkyTg24 con 7,2%, #TgCom24 con 4,4%, #StudioAperto con 0,9% e infine #Tg5 con 0,5%. Su Facebook Tgcom24 è al comando della classifica Active Fan con 12.221 fan attivi. Al secondo posto troviamo SkyTg24 con 1.679 e al terzo RaiNews24 con 743. Tra i programmi X Factor è primo su twitter. Al secondo posto MasterChef e al terzo Telethon. Poi Servizio pubblico, Piazza pulita, La Gabbia, Ballarò e Che tempo che fa. La trasmissione di Santoro è invece in testa alla graduatoria settimanale di Facebook. Piazza d’onore per Uomini e donne, terzo gradino del podio per X Factor. Poi nell’ordine MasterChef e Affari tuoi.

Isoradio si affida a Tony Renis
Isoradio, in occasione delle imminenti festività, arricchisce il suo palinsesto con un duplice appuntamento con ospiti prestigiosi. Tony Renis sarà la guest star della programmazione del giorno di Natale a partire dalle ore 11. Un viaggio ideale tra ricordi e canzoni scritte e interpretate dal popolare artista milanese. Vere e proprie pietre miliari della storia della musica leggera italiana ed internazionale degli ultimi decenni. Stesso appuntamento il 6 gennaio 2014, sempre alle ore 11 Barbora Bobulova star del cinema e della televisione si racconterà e porgerà gli auguri di buon anno nuovo in un filo diretto con gli utenti del canale radiofonico diretto da Danilo Scarrone.