Il Movimento vuole censurare Juncker

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Mozione di censura firmata Movimento 5Stelle per chiedere le dimissioni della Commissione europea. Lo scandalo fiscale LuxLeaks legato al Lussemburgo di cui Juncker è stato premier si allarga. In tutto 76 gli eurodeputati a firmare. Il Movimento ha agito in base all’art.119 del Parlamento Ue. La mozione di censura equivale ad una mozione di sfiducia. Il dibattimento e la votazione sono previsti nella plenaria della prossima settimana a Strasburgo. Per essere approvata serve una maggioranza dei due terzi degli aventi diritto. Ed è arrivata pure l’adesione della Lega Nord. “Sono stato trai primi firmatari della mozione di censura contro il presidente Juncker. Considero Juncker indegno a ricoprire il ruolo di Presidente della Commissione Europea. E’ ormai assodato che per anni questo individuo ha elaborato meccanismi fiscali finalizzati all’evasione di miliardi di euro da parte di società multinazionali e gruppi industriali internazionali, questa non è una novità”, ha sottolineato Gianluca Buonanno, europarlamentare della Lega. Anche il Carroccio, quindi, come i 5 Stelle a Bruxelles, punta a ottenere le dimissioni della commissione guidata da Junker.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Le nomine per tutte le stagioni

Evitando le buche più dure – vedi le parole gravissime del sottosegretario Durigon – Draghi si tiene buono il Parlamento fotocopiando senza il fuoco di sbarramento visto con Conte la stessa prudenza sulla pandemia del suo predecessore. Merito di una situazione sanitaria che migliora, ma

Continua »
TV E MEDIA