Il Partito democratico salva Azzollini dall’arresto. Ora la maggioranza di Governo è più unita

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Si salva il senatore del Nuovo Centrodestra Antonio Azzollini che scampa l’arresto. E con lui si salva il Governo Renzi che si assicura la fedeltà “nei secoli” del partito del segretario Angelino Alfano. Perché è proprio il Partito democratico, non tutto, ad averlo salvato. Il Pd aveva lasciato libertà di coscienza nel voto. C’è da ricordare che in Giunta i dem si erano espressi a favore dell’arresto votando la mozione di Dario Stefano favorevole ai domiciliari. L’Aula del Senato ha detto “no” agli arresti domiciliari per il senatore con 189 no. I voti favorevoli sono invece stati 96 e gli astenuti 17. La procura di Trani aveva chiesto l’arresto per la vicenda del crac della casa di cura Divina Provvidenza.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I burocrati uccidono più del virus

Dobbiamo attendere gli accertamenti medici per sapere se la giovanissima Camilla Canepa è morta per il vaccino Astrazeneca o per altro, ma in ogni caso questa tragedia ha fatto emergere tutte le falle della campagna vaccinale: il Cts, l’Aifa, Figliuolo e le Regioni. Ora non

Continua »
TV E MEDIA