Il Pd (ma anche FI) cresce nei sondaggi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione 

Ancora un piccolo passo in avanti per il Pd (+0,2%), che si conferma primo partito nelle intenzioni di voto con il 30,5 percento dei consensi. Lieve crescita anche per Forza
Italia (+0,3%), che segue al 22,8 percento. Perde invece quasi un punto (-0,8%) il Movimento 5 Stelle, che si attesta al 21 percento. Per quanto riguarda le coalizioni, quella di centrosinistra e’ avanti con il 36,5 percento, seguita a meno di mezzo punto di distanza (36,1%) da quella di centrodestra. E’ quanto emerge da un sondaggio realizzato dall’Istituto Ixe’ in esclusiva per Agora’, su Rai3. Tra i partiti sotto la soglia del 5 percento, la Lega Nord resta pressoche’ stabile (+0,1%) e si attesta al 3,7 percento, seguita a breve distanza (3,6%) dal Nuovo Centrodestra, che invece registra un lieve calo (-0,2%). Sempre consistente il cosiddetto partito del ‘non voto’, che pur perdendo quasi un
punto e mezzo, raccoglie il 49,3 degli italiani. Della battuta di arresto del M5S parla il presidente Ixe’ Roberto Weber: “Passata la prima fase di consolidamento, negli ultimi 6-7 mesi il M5S cresce soltanto se ci sono errori delle altre forze politiche. Anzi, sembrerebbe che quando agisce con il suo leader Beppe Grillo perda consensi. È un po’ quello che accadeva alla Lega Nord 6-7 anni fa”.

Intanto il presidente del Consiglio Matteo Renzi, facendo riferimento ai provvedimenti annunciati per la prossima settimana su lavoro, scuola e casa, di buon mattino ha twittato: ”Al lavoro in Palazzo Chigi sul dossier che presenteremo il 12 marzo. lavoltabuona buongiorno”.