Il Pd ora è indeciso, dubbi sulla fiducia alla Cancellieri

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Due settimane il Pd ha confermato al fiducia ad Annamaria Cancellieri ma i malumori nel partito per quelle telefonate del ministro della Giustizia alla famiglia Ligresti non si sono sopiti. Soprattutto dopo che Matteo Renzi ha pubblicamente attaccato Guglielmo Epifani per aver difeso il Guardasigilli. A rafforzare i dubbi di molti sono anche le rivelazioni de l’Espresso oggi in edicola, con la rivelazione di rapporti molto assidui (compresi inviti a casa anche a Natale) tra la famiglia Cancellieri e quella del costruttore. Per questo, in vista della votazione della mozione di sfiducia presentata dai grillini (anticipata ieri a mercoledì prossimo), il capogruppo del Pd alla Camera Roberto Speranza ha ceduto alle pressioni di molti. Verrà infatti convocata una riunione per decidere quale atteggiamento tenere in aula.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Per la sinistra dei Tafazzi non c’è cura

Inutile nascondersi dietro alibi o rimpianti: il vaccino per il Covid l’hanno trovato ma per l’autolesionismo della Sinistra non c’è cura. A destra, dove Salvini e Meloni non si parlano e Forza Italia ormai ha poco da dire, come al solito si presenteranno con candidati

Continua »
TV E MEDIA