Il vaccino Sputnik V sarà prodotto in Lombardia a partire da luglio. I russi siglano il primo accordo europeo con Adienne Pharma

“Firmato il primo accordo in Europa tra il fondo governativo russo e la società Adienne Pharma & Biotech per la produzione in Italia del vaccino Sputnik V”. È quanto ha annunciato la Camera di Commercio Italo-Russa a proposito della produzione del vaccino anti-Covid russo.

RUSSIA, CHIESTA LA REGISTRAZIONE DEL VACCINO SPUTNIK A EMA

“Nelle scorse ore – riferisce la stessa Camera di Commercio – l’amministratore delegato del Russian Direct Investment Fund (Rdif), Kirill Dmitriev, ha confermato di aver raggiunto un accordo con l’azienda Adienne Pharma & Biotech per la produzione dello Sputnik V in Italia, siglando il primo contratto europeo per la produzione locale del vaccino. La partnership permetterà di avviare la produzione già dal mese di luglio 2021″.

Adienne Pharma & Biotech, azienda farmaceutica svizzera, ha una centro di produzione in Lombardia. Ovviamente, come ha precisato a Bloomberg il presidente di Adienne Pharma, Antonio Francesco Di Naro, l’avvio della produzione dipenderà dall’approvazione del vaccino Sputnik V da parte dell’Ema, che sta già valutando il farmaco (leggi l’articolo) e dell’Aifa.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram