Il Vaticano studia il dopo Ior con la Fondazione Adenauer

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un incontro che non sta passando inosservato. Le sorti dello Ior, la banca vaticana travolta da polemiche di ogni sorta, sono oggetto di riflessione da parte di Papa Bergoglio. Nel frattempo il Pontificio consiglio per la giustizia e la pace, guidato dal cardinale Peter Turckson, ha deciso di organizzare con la tedesca fondazione Adenauer un convengo su come fare banca e finanza “per il bene comune”. Una tre giorni in programma dal 12 al 14 maggio, a cui interverranno anche esponenti della Cdu, il partito di Angel Merkel a cui si richiama l’attività della fondazione. Certo è curioso notare come in un momento in cui lo Ior è stato affidato a Ernst von Freyberg, ex manager di un’industria bellica navale tedesca (la Blohm+Voss), il Vaticano cerchi di capire come fare banca per il bene comune con l’aiuto della teutonica fondazione Adenuaer. Unici invitati italiani Anna Maria Tarantola, presidente Rai già capo della vigilanza di Bankitalia, e Leonardo Becchetti, economista di Tor Vergata e advisor dello stesso Pontificio consiglio.

@SSansonetti