Il virus è stato creato dai cinesi. Salvini rispolvera la bufala del laboratorio segreto di Wuhan. E sul disastro lombardo: “Mandare gli ispettori e indagare i medici è incredibile”

MATTEO SALVINI
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“La Lombardia non è Lega, ma se vogliamo dare un colore politico al virus facciamolo”. E’ quanto ha detto a Mezz’ora in più il leader della Lega, Matteo Salvini, rispolverando la teoria – più volte smentita – che il Covid-19 sia nato in Cina da esperimenti militari. “Il virus – ha aggiunto Salvini – è stato una roba mondiale e adesso cerchiamo di riportarlo nella sua caverna. Ma vi pare normale mandare ispettori con un’epidemia in corso? Indagare i medici è incredibile. In quei giorni devastanti ognuno cercava di fare quello che poteva. Non ce la siamo andati a cercare. Non è colpa se il virus è scoppiato tra Milano e Bergamo. Se in Cina avessero evitato di fare esperimenti non saremo in queste condizioni. Non ci sono prove che sia partito dal laboratorio di Wuhan? Da dove è partito da Marte? E’ partito dalla Cina, non dico apposta, ma per quattro mesi sono stati zitti. Il virus che ha devastato il mondo e il vaccino sono casualmente partiti dalla Cina – ha concluso il Capitano – che è l’unica economia al mondo che cresce nel 2020. Dalla Cuna hanno mentito e taciuto per 4 mesi e poi sono partiti prima con il vaccino”.