Immigrazione, in Sicilia Musumeci comanda anche i prefetti. In Friuli Fedriga vuole chiudere il confine sloveno

dalla Redazione
Politica

Sul fronte migranti il governatore siciliano Nello Musumeci (nella foto), con una nuova ordinanza, dà disposizioni ai prefetti dell’isola. Il presidente ha deciso che, nel caso in cui le autorità di governo non predispongano adeguate navi quarantena, il prefetto competente per territorio debba attivare le procedure previste per la distribuzione dei migranti sull’intero territorio nazionale, informando il Ministero dell’interno e individuando una struttura per l’eventuale ospitalità dei migranti in transito verso altre destinazioni. Per evitare assembramenti, “anche alla luce del crescente contagio tra i cittadini stranieri giunti sul territorio”, vietato infine individuare “qualsivoglia struttura di passaggio in contrasto con le linee guida nazionali sulla distanza minima di 1,5 metri”.

Migranti non solo da mare. Continuano gli ingressi in Italia anche dai Balcani e in particolare dal confine tra la Slovenia e il Friuli Venezia Giulia. Il governatore Massimiliano Fedriga ha quindi inviato una nota al premier Giuseppe Conte, chiedendo “un’azione mirata e tempestiva” per bloccare tali accessi. Una richiesta giustificata anche con l’esigenza di contrastare la diffusione del coronavirus e per il “massimo contenimento dei focolai originatisi da situazioni di manifesta illegalità”. Fedriga lancia un appello alla piena collaborazione istituzionale, a protezione del territorio del Friuli Venezia Giulia, “la cui collocazione lungo la rotta balcanica lo espone a notevoli rischi sia sul fronte della sicurezza che, nel contesto dell’emergenza epidemiologica, della salute pubblica”.