Immigrazione, Mogherini porta l’emergenza sul tavolo Onu: “Problema di sicurezza, non soltanto umanitario”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’emergenza immigrati continua. E sembra ancora difficile, nonostante gli annunci, che possa essere raggiunta una soluzione entro tempi brevi. “La situazione nel Mediterraneo è senza precedenti ed eccezionale per questo serve una risposta eccezionale, immediata e coordinata”, afferma l’Alto rappresentante per la politica Estera e di Sicurezza europea, Federica Mogherini, parlando davanti al Consiglio di sicurezza dell’Onu riunito per discutere l’emergenza immigrazione. “Quello del flusso di migranti nel Mediterraneo non solo è un’emergenza umanitaria, ma anche una crisi di sicurezza. E noi siamo qui per agire e per agire subito. Per noi è un dovere morale”.

L’EUROPA SI SVEGLIA?
Dall’Europa sono giunte nuove rassicurazioni. Il problema è  che anche in passato ne sono giunte sempre molte, quando poi sarebbero dovute essere tradotte in fatti non si è mai andati al dunque. Detto questo, ci auguriamo sia la volta buona davvero. “L’Unione europea è pronta a fare la propria parte assumersi le proprie responsabilità, anche se non è sempre stato così, lo riconosco”, afferma la Mogherini, “L’Ue può fare molto, faremo molto, ma non lo faremo da soli. E’ importante che Ue e Unione Africana possano lavorare in stretta collaborazione. Aiutateci a salvare vite umane e a smantellare le organizzazioni criminali”.