Imprenditoria femminile 2022: bando Mise, fondo perduto, requisiti e rifinanziamento a Imprese On e Smart&Start

IMPRENDITORIA FEMMINILE 2022
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Imprenditoria femminile 2022: bando Mise, fondo perduto, requisiti e rifinanziamento di 200 milioni di euro per Imprese On e Smart&Start.

Imprenditoria femminile 2022: fondo perduto e rifinanziamento a Imprese On e Smart&Start

Per sostenere lo sviluppo dell’imprenditoria femminile, il Ministero dello Sviluppo Economico (Mise) ha deciso di rifinanziare con 200 milioni di euro le agevolazioni che riguardano Imprese On (Oltre Nuove Imprese a Tasso zero), realtà sviluppate per sostenere la creazione di piccole e medie impreso e l’auto imprenditoria, e Smart&Start, che supporta la progettazione di startup e pmi innovative. A Imprese On e Smart&Start, il Mise ha destinato 100 milioni di euro per ogni linea di intervento.

La decisione è stata comunicata dal Mise attraverso la diffusione di una nota ufficiale con la quale il ministro Giancarlo Giorgetti ha completato il quadro di interventi promossi nell’ambito del Pnrr.

Con la circolare, pubblicata il 12 maggio 2022, il Mise ha disposto che le risorse potranno essere richieste a partire da giovedì 19 maggio 2022 mediante l’invio di apposita domanda. A quanto si apprende, si potranno richiedere i fondi anche per finanziare progetti presentati a partire dal 1° febbraio 2022 che rientrino nei requisiti previsti dal Pnrr.

Nello specifico, per Imprese On e Smart&Start sono state attivate agevolazioni con contributi a fondo perduto e finanziamenti a tasso zero.

Bando Mise, fondo impresa femminile e requisiti

Per quanto riguarda le iniziative rivolte all’imprenditoria femminile 2022, è particolarmente interessante l’istituzione del fondo impresa femminile gestito da Invitalia e creato dal Mise.

La misura garantisce aiuto economico e sostegno alle donne che desiderano creare una nuova impresa. È previsto, tuttavia, anche un percorso rivolto alle donne che hanno già fondato una propria società e desiderano migliorarla.

Al pari delle agevolazioni previste per Imprese On e Smart&Start, anche per beneficiare del fondo impresa femminile è possibile presentare domanda a partire dal 19 maggio. In questo contesto, i fondi vengono erogati non solo per entrare in possesso di nuove strumentazioni o per poter assumere nuovi dipendenti ma anche per stimolare la crescita dell’imprenditoria femminile medianti corsi di mentoring, empowerment e altro.

Secondo quanto riportato sul sito del Mise e i requisiti richiesti, possono fare domanda per ottenere agevolazioni le imprese femminili che sono descritte come:

  • società cooperative o società di persone con almeno il 60% di donne socie;
  • società di capitali le cui quote e componenti degli organi di amministrazione siano per almeno i due terzi donne;
  • imprese individuali con titolare donna;
  • lavoratrici autonome.