In arrivo la proroga del blocco dei licenziamenti. Orlando: “Maggiormente penalizzati i giovani e le donne. Dobbiamo scongiurare il rischio di una generazione perduta”

ANDREA ORLANDO
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Andiamo nella direzione di una proroga del blocco dei licenziamenti. Per i lavoratori che dispongono di strumenti ordinari sarà legata a un termine definitivo, mentre per quelli non coperti da strumenti ordinari sarà agganciato alla riforma degli ammortizzatori sociali”. E’ quanto ha annunciato il ministro del Lavoro e delle politiche sociali, Andrea Orlando, in audizione in Commissione Lavoro al Senato sulle linee programmatiche del suo dicastero. “L’andamento della perdita di posti di lavoro in questi mesi – ha aggiunto l’esponente dell’Esecutivo – ha indicato tendenze che in prospettiva possono produrre gravi lacerazioni e aumentare le disuguaglianze. Dobbiamo essere consapevoli di queste ferite. Pure in presenza in un’eterogeneità, maggiormente penalizzati risultano essere i giovani e le donne. Dobbiamo scongiurare con tutti i mezzi il rischio di una generazione perduta”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Bongiorno conflitti d’interesse

Fosse per certi leghisti dovrebbe dimettersi pure Papa Francesco. Quindi che c’è da meravigliarsi se ieri si sono svegliati con la pretesa di cacciare dal governo la sottosegretaria Macina, coriacea esponente dei 5 Stelle passata per le armi senza bisogno di processo per lesa maestà

Continua »
TV E MEDIA