In arrivo ulteriori misure a sostegno dell’economia. Gualtieri annuncia che il nuovo decreto sarà pronto a metà settimana. “Sforzo straordinario del Governo per uscire dalla fase di emergenza”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“L’obiettivo è già da metà di questa settimana di poter varare questo decreto e realizzare queste ulteriori misure che sono così importanti e così urgenti”. E’ quanto ha detto il ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, in audizione presso le commissioni riunite Finanze e Attività produttive.

“Le misure contenute nel decreto liquidità – ha aggiunto – sono stati uno degli assi della strategia del governo, anche in linea con quanto fatto dagli altri paesi. Fin dall’inizio è apparso necessario intervenire con misure a sostegno della liquidità rafforzando di molto l’istituto delle garanzie pubbliche. E’ evidente che da solo non è sufficiente ad affrontare adeguatamente la crisi economica ma si tratta di interventi necessari e di grandissima importanza”.

“Quelle adottate dal governo – ha detto ancora Gualtieri – sono state tra le misure più ampie adottate in Europa. Ammontano complessivamente a oltre il 40% del Pil nazionale, una dimensione superiore a quella degli interventi adottati in altri paesi. Le garanzie pubbliche sulla liquidità superano i 400 miliardi di euro mentre quelle del primo decreto, tenuto conto della moratoria, investono circa 340 miliardi di euro. Sono cifre molto consistenti che collocano l’Italia tra i paesi che sostengono liquidità con dimensioni più ampie”.

“Oggi – ha aggiunto il ministro dell’Economia – è una giornata importante, oggi il paese si avvia oggi la fase di riapertura di alcune attività produttive. Il paese, da un lato è ancora fortemente investito da una crisi senza precedenti, ma sta avviandosi sulla strada dell’uscita dall’emergenza e questo richiede uno sforzo straordinario da parte di tutti, innanzitutto da parte del governo, anche per completare il set di misure che abbiamo preso”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA