In Europa si risente il rombo dei motori

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Cresce il mercato europeo dell’auto: + 10,6%, settimo mese consecutivo con un segno positivo: le immatricolazioni sono 1.449.148. Nel I trimestre 2014 l’incremento è stato dell’8,4%. I dati sono pubblicati sul sito dell’Acea, l’associazione dei costruttori europei.

‘Acea precisa che si tratta comunque del secondo risultato più basso registrato nel mese di marzo dal 2003, da quando cioè ha cominciato a diffondere i dati relativi all’Europa allargata. Tutti i principali mercati hanno contribuito al positivo andamento del mercato: il Regno Unito (+17,7%), e la Spagna (+10%) con una crescita a doppia cifra, ma anche in Francia (+8,5%), Germania (+5,4%) e Italia (+5%) la domanda di auto ha registrato un incremento. La quota maggiore di mercato è detenuta dalla Volkswagen, pari al 23,2% a marzo e al 24,2% nei 4 mesi, rispettivamente con 335.648 (+8,6%)immatricolazioni a marzo e 785.975 ((+8,6%) nei 4 mesi.

Il gruppo Fiat ha immatricolato nel mercato europeo (Ue più paesi Efta) 83.198 auto a marzo, con un incremento del 4,6% ma la quota è in calo al 5,7% rispetto al 6,1% dello stesso mese 2013. Nei 4 mesi le consegne sono state 199.895, in crescita del 2,8% e una quota che scende dal 6,5 al 6,2%.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA