In Lombardia torna Bertolaso. Nonostante al Pirellone ci sia già un Covid manager sarà l’ex capo della Protezione civile a gestire la campagna vaccinale

GUIDO BERTOLASO
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

E’ in arrivo Guido Bertolaso, ex capo della Protezione Civile e fautore dell’Ospedale a Fiera Milano, come Commissario del piano vaccinale anti-Covid di Regione Lombardia. A quanto apprende l’agenzia Italpress domani la vicepresidente e assessore al Welfare della Regione Lombardia, Letizia Moratti, dovrebbe fare l’annuncio nel corso di una conferenza stampa. La decisione finale sarebbe arrivata questa mattina dopo il via libera da parte del segretario nazionale della Lega Matteo Salvini, che, nel corso della consueta riunione del partito del lunedì a Palazzo Pirelli, ha dialogato con Moratti, e quindi sostenuto la scelta di Bertolaso, che, a quanto si apprende, avrebbe dato la sua disponibilità.

“La Lega – affermano fonti citate dalla stessa agenzia – è assolutamente favorevole alla nomina di Bertolaso e ha condiviso questa scelta. Bertolaso è una persona capace e in grado di alzare il livello regionale nella gestione dei vaccini e nell’organizzazione della campagna vaccinale di massa contro il coronavirus”. Le stesse fonti chiariscono che “non si tratta affatto di consegnare la Regione a Forza Italia, con gli alleati di centrodestra la collaborazione è piena”.

Sull’arrivo di Guido Bertolaso, Italpress ha contattato anche Emanuele Monti, consigliere regionale leghista e presidente della commissione Sanità, che senza confermare le indiscrezioni, si limita a commentare: “Allargare la squadra lombarda con le persone migliori che possono portare risultati concreti è solo un bene, non solo per la maggioranza ma per i lombardi. Bertolaso ha dimostrato di essere un uomo del fare, oltre che nella sua vita, anche in Lombardia con l’allestimento dell’ospedale in Fiera Milano, costruito in meno tempo degli ospedali cinesi a Wuhan e ha salvato la vita a centinaia di persone. Mentre le opposizioni di centrosinistra perdono tempo con le mozioni di sfiducia a Fontana, noi lavoriamo per i cittadini”.

Alla domanda su una possibile ‘sovrapposizione’ tra Bertolaso e il Covid manager regionale, Giacomo Lucchini, Monti osserva che sono “due figure molto diverse, Lucchini è una figura più tecnica, e non è mai stato un commissario del piano vaccinale”. BERTOLASO invece “si occuperebbe della parte logistica della campagna”, in coordinamento con la struttura commissariale di Domenico Arcuri. Ad ogni modo, sottolinea Monti, “se l’ex capo della Protezione Civile accettasse l’incarico come Lega saremmo contenti”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA