In Toscana si mette male. Renzi e Italia Viva si giocano la sopravvivenza. Secondo i sondaggi il partito dell’ex rottamatore è al 5-6%

I sondaggi nella “sua” Toscana attestano Italia Viva, il partito fondato dall’ex premier Matteo Renzi proprio un anno fa, due settimane dopo la nascita del governo giallorosso, al 5-6%. Non benissimo. Certo lontano dalla doppia cifra che l’ex premier sognava per la sua creatura. Tanto più che la regione al voto il 20 e 21 settembre, oltre ad essere il luogo dove è nato e vive, rappresenta qualcosa di più.

In Toscana si mette male. Renzi e Italia Viva si giocano la sopravvivenza. Secondo i sondaggi il partito dell’ex rottamatore è al 5-6%

Se infatti elezioni regionali saranno il primo vero banco di prova per Iv, il cui simbolo sarà presente per la prima volta sulle schede elettorali in tutti i territori chiamati al voto (peraltro con propri candidati a governatore in Puglia, Liguria e Veneto) la Toscana è dove tutto è iniziato, dove Renzi ha mosso i suoi primi passi, da presidente della provincia di Firenze a sindaco, e che gli ha aperto le porte alla scalata alla politica nazionale: dalla Leopolda a Palzzo Chigi.

Ma proprio là dove è iniziata la sua ascesa può fatalmente iniziare la sua discesa: è un testa a testa al fotofinish, una sfida all’ultimo voto quella fra il candidato del centrosinistra Eugenio Giani (sostenuto anche da Iv) e la leghista, candidata del centrodestra Susanna Ceccardi. Non a caso i big dei vari partiti in questi giorni stanno presidiando il territorio, Zingaretti e Salvini qui si giocano moltissimo, ma forse Renzi è quello che si gioca più di tutti: la sopravvivenza.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram