L’incognita del voto sulla piattaforma Rousseau. Patuanelli: “Risultati positivi dal dialogo ma se dovessero prevalere i no Conte dovrà sciogliere la riserva in modo negativo”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Sono certo che si troverà una soluzione”. E’ quanto ha detto il presidente dei senatori M5S, Stefano Patuanelli ai microfoni di Radio Capital. “Ci sono confronti in atto. Non si tratta di un vezzo – ha aggiunto l’esponente pentastellato -, è una questione di assetto, di come due forze politiche si interfacciano con il presidente del Consiglio. Siamo due forze che si sono per lungo tempo contrastate, non è un problema di poltrone. Preferiremmo due vice premier ma non è certo una questione per cui non si procederà. Credo che ci siano buone possibilità – ha aggiunto Patuanelli – che il dialogo di questi giorni porti ad un risultato positivo”. E sul voto di domani su Rousseau, dove la base M5S sarà chiamata ad avallare o meno l’alleanza con il Pd: “La piattaforma è un mezzo che un movimento politico ha deciso di dotarsi per prendere le proprie decisioni, pari ad una direzione di partito. Se dovessero prevalere i no, il presidente del Consiglio dovrà sciogliere la riserva di conseguenza: in modo negativo. Non vedo alternativa”.