Indagato per epidemia e omicidio colposo il direttore generale del Pio Albergo Trivulzio. Oltre 100 decessi sospetti sotto la lente dei pm milanesi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il direttore generale del Pio Albergo Trivulzio di Milano, Giuseppe Calicchio, è indagato con l’ipotesi di epidemia colposa e omicidio colposo nell’ambito dell’inchiesta aperta dalla Procura del capoluogo lombardo per fare luce su gli oltre 100 decessi avvenuti nella casa di riposo dall’inizio dell’emergenza Coronavirus. Per i stessi reati risultano inoltre indagati i legali rappresentanti dell’Istituto Don Gnocchi e della Sacra Famiglia di Cesano Boscone. Il dipartimento Ambiente, Salute, Sicurezza, Lavoro, coordinato dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano, che vede tutti i pm del pool impegnati nelle indagini sulle case di riposo, ha iniziato in questi ultimi giorni a iscrivere i vertici delle varie strutture nel registro degli indagati.

Secondo quanto si è appreso, sia sul caso del Pio Albergo Trivulzio, su cui indagano i pm Mauro Clerici e Francesco De Tommasi, che su quello delle altre residenze gli inquirenti dovranno effettuare verifiche su tutte le morti avvenute da fine febbraio in poi. Al Trivulzio se ne contano, stando a quanto riferito, quasi 150. Una cifra simile anche al Don Gnocchi. Tra i casi al centro delle indagini anche quelli della Rsa Virgilio Ferrari nel quartiere Corvetto di Milano, della ‘Anni Azzurri’ in zona Lambrate, di una casa famiglia nel quartiere Affori e di diverse altre, i cui legali rappresentanti, appunto, come quelli del Trivulzio, del Don Gnocchi e della Sacra Famiglia, saranno a breve iscritti nel registro degli indagati.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Bongiorno conflitti d’interesse

Fosse per certi leghisti dovrebbe dimettersi pure Papa Francesco. Quindi che c’è da meravigliarsi se ieri si sono svegliati con la pretesa di cacciare dal governo la sottosegretaria Macina, coriacea esponente dei 5 Stelle passata per le armi senza bisogno di processo per lesa maestà

Continua »
TV E MEDIA