Inferno di cristallo a Messina. Fiamme in un’antica palazzina del centro storico: morti due bambini di 13 e 10 anni. I genitori sono riusciti a portare in salvo solo i due fratellini più piccoli

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Tragedia in pieno centro a Messina dove due ragazzini sono rimasti uccisi dalle fiamme di un incendio in un palazzo antico. In piena notte tutti gli inquilini del palazzo, quando erano circa le 4, sono stati allertati al citofono affinché evacuassero il palzzo. Troppo tardi, però, per Francesco Filippo e Federico che avevano rispettivamente 13 e 10 anni. I due bambini, da quanto trapela, dormivano in un soppalco che si è rivelato la loro trappola.

Le due piccole vittime del rogo hanno anche due fratellini più piccoli, di otto e sei anni che il padre è riuscito a portare in salvo. Tancredi e Francesco, il padre Gianmaria e Chiara Messina, proprietari dell’Emporio Armani di via Dei Mille sono riusciti a salvarsi. Le fiamme sono state poi domate dai Vigili del fuoco e le indagini della polizia sono in corso per accertare le cause dell’incendio.

Il tredicenne frequentava la terza media dell’istituto “Verona Trento” e proprio oggi avrebbe dovuto sostenere gli esami di terza media. La sessione nella sua scuola è stata rinviata. Il fratello più piccolo aveva appena concluso la quinta elementare all’istituto Ignatiatum.

Il candidato sindaco Dino Bramanti ha già annunciato l’annullamento del comizio che si sarebbe dovuto tenere questa sera in segno di lutto. “Da padre, posso solo immaginare lo straziante dolore che stanno vivendo i genitori, i due figli che sono riusciti a sfuggire alle fiamme e le persone più vicine a questa famiglia. – ha affermato Bramanti – Di fronte a situazioni del genere, rimane davvero poco da aggiungere. Alla famiglia coinvolta da questo sconcertante incidente vanno le mie più sincere condoglianze”.