Inizio anno di paura nel centro Italia. Nella notte scossa di terremoto di magnitudo 4.1 vicino Spoleto

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Una notte di paure mai scomparse per le popolazioni del centro Italia. L’inizio dell’anno non è stato sereno, purtroppo, a causa di una serie di scosse di terremoto tra Abruzzo, Umbria e Marche: la più forte è stata di magnitudo 4.1 con epicentro nei pressi di Spoleto, in provincia di Perugia, alle ore 4.36.

La popolazione ha avvertito il terremoto, ma non sono stati segnalati danni a persone o cose. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha poi rilevato altri sismi di minori intensità: le scosse superiore a 2 gradi sono comunque stati dieci fino alla mattinata. Insomma il 2017 non è partito nel migliore dei modi.

I comuni più vicini all’epicentro della scossa sono stati Campello sul Clitunno, Castel Ritaldi, Spoleto e Trevi. Successivamente, sempre nel perugino, sono state rilevate altre due scosse più lievi, di magnitudo 2.2.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La bugia della destra e della sinistra

Piccola bussola per chi ha perso l’orientamento tra destra e sinistra, e ieri si è smarrito ancora di più vedendo Salvini difendere Renzi dalle polemiche sull’incontro carbonaro con lo 007 Mancini nella piazzola di un autogrill. A guardarli con gli occhiali del passato, destra e

Continua »
TV E MEDIA