“Insieme senza muri” e senza Renzi. A Milano la marcia per l’accoglienza. Cori contro il Pd: “è la peggiore destra” – DIRETTA LIVE

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

È partita a Milano la tanto attesa manifestazione “Insieme senza muri”, il lungo corteo in favore dell’accoglienza dei migranti, sul modello della marcia antirazzista di Barcellona, proposta dall’assessore milanese al Welfare Pierfrancesco Majorino e dalle associazioni del terzo settore e subito accolta dal sindaco Giuseppe Sala. Migliaia di persone si sono presentate all’appuntamento e sono stati presto registrati brevi momenti di contestazione. A metà circa della manifestazione, infatti, un gruppo di appartenenti al centro sociale Cantiere ha cominciato a urlare slogan – “Minniti razzista” – alla volta del sindacoe del sindaco di Bergamo Giorgio Gori, sventolando uno striscione con scritto “Pd peggior destra”.

“Con la solidarietà e l’accoglienza ci sarà giustizia“, ha detto poi Sala. “Io voglio essere il sindaco di una città – ha continuato – che pensa a crescere e pensa ogni giorno a diventare migliore e più bella, ma questo successo non può che essere associato alla solidarietà”. Il primo cittadino ha poi spiegato che ci devono essere “diritti per chi arriva e diritti per chi è già qua da tempo – ha concluso – le due cose si possono fare insieme. Da cittadino e da sindaco non vorrei stare in una città troppo cinica che pensa solo a se stessa”. Il presidente del Senato Pietro Grasso intanto pensa all’Europa, e dice che “l’accoglienza dei migranti” è “un dovere non solo morale ma anche giuridico. Il messaggio – puntualizza – deve essere a tutta l’Europa”. “Vogliamo coinvolgerla – ha aggiunto – in questa nostra attività di accoglienza e integrazione”.

Il corteo è partito da Porta Venezia per raggiungere piazza del Cannone, passando dai bastioni di Porta Nuova, da piazza della Repubblica e da Porta Volta, sfilando attorno all’Arena civica e a parco Sempione. In testa 200 profughi ospiti dei centri di accoglienza milanesi, i bambini delle scuole elementari e le comunità straniere. Tutti dietro allo striscione Insieme senza muri. Ad accompagnarli la musica della banda d’Affori.

Tra i tanti presenti il presidente del Senato Pietro Grasso, la Sindaca di Lampedusa Giusi Nicolini, Emma Bonino, Carlotta Sami, portavoce dell’Unhcr, Cecilia Strada, don Virginio Colmegna, Carlin Petrini e Carlo Feltrinelli. Presenti le associazioni, sono oltre mille ad aver firmato l’appello: Legambiente, Acli, Comunità di Sant’Egidio, Arci, Cgil, Slow food, Feltrinelli, Anpi. In piazza anche i partiti, ma senza simboli e bandiere come richiesto dagli organizzatori. Per il Partito democratico presente il ministro e vicesegretario Maurizio Martina. Sfila anche la delegazione di Articolo Uno-Mdp, con Pierluigi Bersani e Massimo D’Alema. Il grande assente è Matteo Renzi, che pure è a Milano.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Per la sinistra dei Tafazzi non c’è cura

Inutile nascondersi dietro alibi o rimpianti: il vaccino per il Covid l’hanno trovato ma per l’autolesionismo della Sinistra non c’è cura. A destra, dove Salvini e Meloni non si parlano e Forza Italia ormai ha poco da dire, come al solito si presenteranno con candidati

Continua »
TV E MEDIA