Intrigo in alto mare. Due pescherecci di Mazara del Vallo sequestrati in acque internazioanli. Sono stati fatti attraccare al porto di Alessandria d’Egitto

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Due pescherecci italiani sono stati sequestrati nelle acque internazionali. Si tratta di imbarcazioni che fanno parte della flotta di Mazara del Vallo (Trapani): il “Ghibli I” e il “Giulia” che sono state fatte attraccare al porto di Alessandria d’Egitto. Da quanto si apprende sembrerebbe che i militari egiziani abbiano lasciato a bordo i due comandanti trasbordando l’equipaggio sulle loro imbarcazioni. La vicenda è seguita con la massima attenzione dal nostro governo attraverso l’ambasciatore italiano in Egitto. In tutto quattordici i membri dell’equipaggio delle due motopesca. Sette componenti su ogni imbarcazione con quattro uomini di Mazara del Vallo e tre tunisini per ciascuna barca. La capitaneria di porto di Mazara ha fatto sapere che è stato bloccato prima il “Giulia Pg”, intorno alle ore 23, successivamente l’altro. Il “Giulia Pg” aveva lasciato il porto di Mazara tra il 15 e il 16 ottobre; l’altro peschereccio era ripartito da Siracusa sabato scorso.