“Ipotesi assolutamente fantasiose”. Conte a Salvini: “Non cerco una nuova maggioranza in Parlamento né voglio formare un partito”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Che io possa andare in Parlamento a cercare una maggioranza alternativa è assolutamente fantasioso”. E’ quanto ha detto il premier Giuseppe Conte, fuori da Palazzo Chigi, a chi gli chiedeva di commentare le parole di Matteo Salvini dopo l’informativa di ieri al Senato sul caso dei presunti finanziamenti russi alla Lega. In mattinata il leader della Lega Salvini, dai microfoni di Radio anch’io, aveva detto che le parole pronunciate dal premier nel corso dell’intervento a Palazzo Madama, gli interessano “meno di zero”. “Non ho letto le parole di Salvini – ha poi aggiunto il presidente del Consiglio – e non ho avuto la possibilità di vedere il video. Ma che io possa andare in Parlamento a cercare una maggioranza alternativa quando invece, com’è ben chiaro a leggere, andrei in Parlamento per trasparenza nei confronti dei cittadini e rispetto delle istituzioni, è una cosa assolutamente fantasiosa”. Conte ha poi bollato, come altrettanto fantasiosa, anche “l’ipotesi che viene ventilata che io voglia formare un partito. Invito anche voi giornalisti, che dovete riempir pagine, a non fare i peggiori ragionamenti della prima Repubblica. Attenzione. Restituiamo alla politica la sua nobiltà, la sua nobile vocazione”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I politici in fila dalle Lobby

Nel Paese dove il re dei conflitti d’interesse, Silvio Berlusconi, può diventare Presidente della Repubblica, che speranza ha una legge che regoli sul serio i rapporti tra lobby, politica e affari? Se a qualcuno sfuggisse la risposta, è illuminante seguire l’iter parlamentare della norma che

Continua »
TV E MEDIA