L’Isis rivendica l’attentato che ha coinvolto i militari italiani in Iraq. Il messaggio diffuso da Site parla di un attacco contro “crociati e apostati”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’Isis, secondo quanto riferisce Site, ha rivendicato oggi l’attentato esplosivo, avvenuto domenica mattina nel Kurdistan iracheno, e in cui sono rimasti coinvolti 5 militari delle forze speciali italiane, tre dei quali gravemente feriti. “Con il favore di Dio – riferisce la rivendicazione diffusa dall’agenzia ufficiale dell’Isis Amaq -, l’esercito del Califfato ha preso di mira un veicolo 4×4 che trasportava membri della coalizione internazionale crociata e dell’antiterrorismo dei Peshmerga, nella zona di Qarajai, a nord della zona di Kafri, con l’esplosione di un ordigno. Questo ha causato la distruzione del veicolo e il ferimento di 4 crociati e di 4 apostati”.