Ispezioni dei Nas in 232 tra Rsa e case di riposo. In 37 strutture sono state riscontrate irregolarità. Nel mirino dei Carabinieri il rispetto delle norme anti-Covid

dalla Redazione
Cronaca

I carabinieri del Nas, nel corso dell’ultima settimana hanno effettuato 232 ispezioni presso strutture sanitarie e socio-assistenziali, quali Residenze Sanitarie Assistite e di lungodegenza, case di riposo, comunità alloggio, per accertare la regolare attuazione delle misure di contenimento e prevenzione alla diffusione dei contagi. I controlli, compiuti d’intesa con il ministero della Salute, hanno riguardato anche eventuali insufficienze nell’erogazione di servizi assistenziali e al mancato possesso dei titoli abilitativi professionali da parte degli operatori, propedeutici a episodi di omessa custodia e maltrattamento. In 37 strutture sono state riscontrate irregolarità, contestando, complessivamente, 59 violazioni, di cui 9 penali e 43 amministrative. Undici persone sono state deferite all’autorità giudiziaria e altre 42 sono state segnalate.