Istruzione bocciata. Sul sito del Ministero nella parola tracce compare una “i” di troppo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La presentazione degli esami non è stata delle migliori. Sul sito del Ministero dell’Istruzione è infatti apparso la scritta traccie al posto di tracce, commettendo un errore da bocciatura certa.

“Abbiamo visto il refuso sul sito degli Esami di Stato e siamo subito intervenuti per farlo correggere. Si tratta di un errore di battitura, di un errore materiale che, naturalmente, non doveva esserci, tanto più su una pagina che riguarda gli esami”, ha spiegato il ministero guidato da Valeria Fedeli in una nota. “Il fornitore tecnico che gestisce l’inserimento dei contenuti sul sito del Ministero ci ha fatto pervenire una lettera di scuse per l’episodio accaduto che arreca un danno d’immagine alla nostra istituzione”, ha aggiunto.

Ma il tentativo di minimizzare l’accaduto non è bastato. Sui social sono scattate le ironie di molti studenti, che comunque non avranno scuse: agli esami devono scrivere correttamente. Pena la bocciatura: non basterà giustificarsi. Quello può farlo solo il ministero.